Presentazione del Gruppo


IL NOME DEL GRUPPO

Il Gruppo scout Follina 1 si intitola a “Santa Maria di Sanavalle“.
La vallata dove sorge Follina, che va da Combai a Vittorio Veneto, è spesso chiamata Valsana, termine derivante dalla denominazione che diedero i monaci cistercensi all’Abbazia di Follina al loro arrivo: Sanavalle. Infatti il titolo dell’Abbazia è proprio Santa Maria di Sanavalle.
Sanavalle – Sanae Vallis – è il nome che i monaci hanno attribuito, nel XIV Secolo, alla porzione di territorio che afferisce al monastero di S. Maria, grossomodo corrispondente all’attuale abitato di Follina – cui confini sono: a Est, il torrente Marèn; a Ovest, il fiume Follina; a nord il Monte Pianezze; a Sud, le località: Tre Ponti e Fornasette, nei pressi delle quali i primigeni monaci colonizzatori praticarono una profonda incisione che permise alle acque dei fiumi Soligo e Follina di refluire liberando dall’impaludamento le terre intorno al piccolo colle ove sorge il monastero di S. Maria, rendendo salubri i territori circostanti allo stesso; di qui la chiara derivazione del toponimo di Sanae Vallis.
Con Valsana oggi si descrive spesso però il territorio dell’intera Val Mareno, comprendente anche gli abitati limitrofi a Follina, compresi i comuni di Cison di Valmarino e Miane. Con la scelta di chiamare il Gruppo “S. Maria di Sanavalle” quindi abbiamo voluto scegliere un appellativo che fosse identitario della nostra presenza in Follina ma anche ecumenico nel comprendere il territorio circostante, rispondendo così alla nostra vocazione interparrocchiale e intercomunale.

I COLORI DEL FAZZOLETTONE

Il fazzolettone del Follina 1 è “blu Savoia bordato di rosso sul lato destro (ovvero lato inferiore delle Fiamme) e di giallo sul lato sinistro (ovvero lato superiore delle Fiamme)”.
Perchè questi colori?
Al momento delle prime Promesse pronunciate dalle Guide e dagli Esploratori di Follina (primavera 2004), d’intesa con il Distretto, il Gruppo Polpet 1° al quale le Unità follinesi appartenevano ci propose di scegliere fin da subito un fazzolettone differente, che sarebbe rimasto in uso a Follina in vista della costituzione di un Gruppo autonomo.
Alla fine la scelta fu fatta considerando due “collegamenti” ideali che gli Scouts e le Guide di Follina vorrebbero avere con la loro terra:

  • il collegamento all’Abbazia ed al culto Mariano che qui è così presente da oltre un millennio;
  • il collegamento con il Comune che ci ospita.

Ecco allora i colori del fazzolettone, che va “letto” nelle due metà, destra e sinistra:

  • al lato sinistro, quello del cuore e della Promessa, il fazzolettone è azzurro bordato di giallo (oro): il primo colore è per eccellenza il colore di Maria, al quale abbiamo abbinato l’oro per ricordarci che la “nostra” immagine mariana è stata solennemente incoronata nel 1921, quando l’intera Abbazia venne elevata al rango di Basilica Minore. Tale colore è anche un tributo all’Ordine dei Servi di Maria presente in Abbazia e che ci accoglie con grande benevolenza.

  • al lato destro il fazzolettone è azzurro bordato di rosso: questi due sono i colori ufficiali del Gonfalone Comunale di Follina, che richiama la presenza dell’Abbazia (torre romanica, sulla parte bassa) e la secolare tradizione manifatturiera della lana (i folloni sulla parte alta, per il trattamento dei tessuti).
    In questo modo ci sentiamo legati al paese che accoglie le nostre attività, ed all’intera Vallata che nei secoli è cresciuta e si è sviluppata proprio grazie all’Abbazia Santa Maria di Sanavalle in Follina.